Tag: gara

Un avvincente testa a testa

No Comments

Il Golf Crema Resort è inserito nella splendida cornice del Podere d’Ombriano, esempio unico al mondo nel panorama agricolo ottocentesco, le cui architetture sono protette dalle belle arti italiane. Il Golf Crema Resort gode di un microclima ideale al gioco del golf grazie alle fresche brezze che scivolano dalle vicine Alpi Orobiche. Il percorso, Daddy a 18 buche, perfettamente inserito nel “Parco Naturale del Moso”, è stato brillantemente disegnato dall’inconfondibile estro dell’architetto Luigi Rota Caremoli, considerato tra i più importanti Green Designer del settore. In questo scenario, che tra l’altro ha ospitato lo scorso anno l’Open d’Italia Disabili, è andata in scena la dodicesima e penultima tappa dell’AID Golf Tour 2019.

Come a non smentire l’andamento che ha caratterizzato tutta questa stagione, si è imposto in gara il giovane Vittorio Cascino – fresca wild card per la terza Junior Road to 2022 Ryder Cup nella categoria Under 14 – davanti al suo rivale di quest’anno, Edoardo Biagi.

Questo risultato ha apparecchiato un avvincente finale di stagione per la gara del 5 ottobre al Golf Nazionale, con i due amici e rivali distanziati tra loro solamente di mezzo punto in classifica. Infatti, il risultato di Crema ha definito i due contenders come gli unici aspiranti al titolo finale, i cui inseguitori più prossimi potranno lottare solamente per il terzo gradino del podio, con una remota speranza dettata più che altro dalla matematica per Andrea Fusacchia, che comunque non è più padrone del proprio destino.

L’appuntamento di Sutri sarà da non perdere!

Per chi volesse consultare la classifica generale del Tour, è disponibile qui.

Categories: News

Tags: , ,

Testa a testa

No Comments

Anche l’undicesima tappa del Tour 2019 è andata in archivio domenica 15 settembre, disputata sul percorso di Ca’ della Nave a Martellago (VE), campo progettato da Arnold Palmer, ed inaugurato nel 1988 con l’Open d’Italia femminile. Il grande campione, nel suo progetto, si ispirò alla città di Venezia, disseminando ovunque ostacoli d’acqua.

Arnold Palmer realizzò un percorso di prim’ordine nel risultato tecnico ed estetico, sviluppando da una superficie di 75 ettari due tracciati: un “champion” 18 buche” par 72 di 6350 metri, ed un “executive” di 9 buche. I grandi bunkers disseminati lungo i fairways e a difesa di greens estesi e veloci, si inseriscono armoniosamente fra la vegetazione e gli specchi d’acqua negli ampi orizzonti di un percorso tecnico e suggestivo, fino all’arrivo sul green della 18, che si apre in un anfiteatro naturale all’interno del parco. Peculiarità del campo viene data dall’abbondanza di ostacoli d’acqua creati con laghi artificiali che interessano ben 12 delle 18 buche, dalla consistente presenza di grandi bunker all’americana, dagli aspetti tecnici e dalla piacevolezza del paesaggio circostante che lo annoverano fra i migliori campi da competizione realizzati in Italia.

La gara ha visto prevalere Riccardo Bianciardi davanti al golfista di casa Pietro Andrini. Terzo gradino del podio ex-aequo ai due romani Edoardo Biagi e Alessandro Petrianni. In virtù di questo risultato, Edoardo Biagi si riprende la testa della classifica generale sopravanzando Vittorio Cascino di mezzo punto. Terzo Andrea Fusacchia e quarto Alessandro Petrianni, che la matematica non vede ancora fuori dalla lotta per la vittoria finale.

Nelle parole del nostro presidente Alessandro Petrianni il riassunto dell’esperienza di Ca’ della Nave: “È stata una giornata veramente favolosa, in compagnia di amici dai quali diventa sempre più difficile separarsi dopo aver condiviso momenti di gioia. I migliori ringraziamenti vanno però a Pietro e Silvano, ospiti squisiti che ci hanno fatto sentire a casa nostra, ed alla segreteria, Luigino in primis, per l’accoglienza fuori dal comune“.

Il Tour non si ferma, e il prossimo fine settimana sarà già tempo della dodicesima e ultima tappa prima della finale. La gara si svolgerà sul percorso del Golf Club Crema, che fu teatro dell’Open d’Italia Disabili nel 2018.

Categories: News

Tags: ,

Lotta a tre

No Comments

Si è disputata domenica, ospitata dal British Blind Open Champion 2019 Stefano Palmieri, la decima tappa dell’AID Golf Tour a Gavorrano, sul percorso del Golf Club Toscana.

Immerso tra gli oliveti e gli alti cipressi, il percorso è considerato uno dei più incantevoli campi da golf d’Italia. Situato fra le verdi colline della Maremma toscana questo circuito colpisce per le vedute eccezionali. L’impianto da golf rispetta gli standard internazionali e nel 2003 è stato nominato uno dei 10 migliori nuovi campi da golf con le sue 18 buche e 71 par. I diversi tipi di green richiedono destrezza, capacità di adattamento e concentrazione. Nel Championship Course si disputano sia gare agonistiche che amatoriali e tornei internazionali come la Nick Faldo Series Italy Championship.

La gara ha visto prevalere Riccardo Bianciardi e Alessandro Petrianni, che si sono spartiti il miglior bottino di punti per la classifica del Tour, seguiti a ruota da Edoardo Biagi, Nicola Giribaldi e Andrea Fusacchia. Anche stavolta il leader della classifica Vittorio Cascino è rimasto, seppur di poco, fuori delle posizioni che contano, e ha visto assottigliarsi ancor di più l’esiguo vantaggio che ha su Biagi e Fusacchia: a due eventi dalla finale, infatti, i tre sono racchiusi nello spazio di quattro punti, e presumibilmente andranno a giocarsi tutto nella finale del 5 ottobre al Golf Nazionale, evento che dispenserà punteggio doppio com’è già avvenuto per l’Open.

Considerazioni agonistiche a parte, anche la tappa di Gavorrano è stata una giornata di divertimento e amicizia, condita dal pepato gusto della competizione che, qualora fosse possibile, ha migliorato ancor di più questa esperienza. Il Tour si sposterà il prossimo fine settimana a Martellago, in provincia di Venezia, presso il circolo Ca’ della Nave dove si terrà l’undicesima e penultima tappa.

Categories: News

Tags: , ,

Il primo squillo di Andrea Fusacchia

Il Golf Club Conero ha ospitato, nella giornata di sabato 6 luglio, la ottava tappa dell’AID Golf Tour 2019. Il percorso di gara – 6000mq all’interno del Parco del Conero, che si snoda tra 74 ettari di verde costituito da ginestre, corbezzoli, querce, tamerici e ciliegi – con le prime nove buche fortemente caratterizzate dalla presenza di un lago, e le seconde nove con green mossi e non facili da prendere, ha visto prevalere Andrea Fusacchia al suo primo successo sul Tour.

Il golfista reatino ha sopravanzato di soli due punti un ritrovato Alessandro Petrianni e di tre il leader attuale del Tour, Vittorio Cascino. Grazie a questo risultato, Fusacchia guadagna il terzo posto in classifica generale, insidiando a solo un punto e mezzo il secondo posto di Edoardo Biagi. Anche il Presidente Alessandro Petrianni fa un bel balzo in avanti, agguantando il quarto posto e scavalcando Mirko Ghiggeri.

La squisita ospitalità del circolo e dei nostri main sponsor, Raimondi Golf Shoes e Christian Events, hanno fatto sì che anche questo appuntamento diventasse una bellissima giornata di sport e amicizia. La prossima tappa del Tour si svolgerà a Bologna il 27 luglio, e sarà l’ultima prima della pausa estiva: il Tour ripartirà infatti a settembre. Qui la classifica generale aggiornata.

Categories: News

Tags: , , ,

Una bella giornata di Golf

La settima tappa dell’AID Golf Tour 2019 si è svolta sabato sul percorso del Golf Club Fiuggi 1928, un percorso molto mosso e di buon contenuto tecnico che si snoda all’interno di una grande vallata nei pressi della famosa città termale del basso Lazio.

La gara è principalmente vissuta sul duello tra i due capilista del Tour, Edoardo Biagi e Vittorio Cascino, che si sono cimentati sul tortuoso percorso per circa cinque ore, sfoderando grandi colpi nonostante la fatica che, verso la fine della competizione, aveva attanagliato le gambe di un po’ tutti i concorrenti. Anche il tempo si è dato da fare, alternando durante la gara pioggia, vento e sole, oltre a un clima umido che non ha certo facilitato i giocatori in campo. Ne è scaturita una gara avvincente che ha visto prevalere Biagi, il quale – grazie a questo risultato – riesce a rosicchiare un punto e mezzo sul giovane amico e rivale che mantiene comunque la testa del campionato.

Condivide i punti e la piazza con Cascino anche Andrea Fusacchia, che grazie a questo risultato si riprende il terzo posto assoluto in classifica, scavalcando Mirko Ghiggeri di un punto. Punti anche per il presidente Alessandro Petrianni e per Marcello Rodi.

La giornata si è quindi conclusa in bellezza, grazie alla squisita ospitalità del presidente del circolo e degli sponsor della competizione, i quali dopo la premiazione hanno invitato i partecipanti a un sontuoso buffet organizzato in loro onore.

Prossimo appuntamento tra due settimane al Conero, circolo di riferimento di uno dei nostri main sponsor, Raimondi Golf Shoes.

Categories: News

Tags: , , ,

Biagi pigliatutto

Si è svolta nella giornata di sabato 27 aprile la terza tappa dell’AID Golf Tour 2019, sul bellissimo percorso del Miglianico Golf & Country Club in provincia di Pescara.

Il campo, dove si era svolta una decina di giorni prima una tappa dell’ALPS Tour che aveva visto la vittoria di Sebastian Garcia Rodriguez davanti all’azzurro Edoardo Lipparelli, era tirato alla perfezione grazie sia alla leggera pioggia caduta nella giornata di venerdì che alla splendida giornata di sole che ha fatto da cornice alla nostra competizione.

La gara ha visto la vittoria di Edoardo Biagi, che si è aggiudicato il primo posto AID Golf e la vittoria assoluta nella sua categoria. In più, con i cinque punti guadagnati balza nuovamente in testa alla classifica del Tour, scavalcando di un punto Vittorio Cascino che era impegnato in Francia in una gara Open EDGA. Hanno completato il podio AID Golf Andrea Fusacchia – al suo debutto nel nostro Tour – e il presidente Alessandro Petrianni. La classifica generale del Tour è visibile qui.

Il Tour non si ferma, e la prossima settimana sarà di nuovo tempo di gareggiare sul links di Terre dei Consoli.

Alcuni riflessi filmati della gara di Miglianico

Categories: News

Tags: , , ,

Il “Vittorioso”


Si è svolta sabato 13 aprile la seconda tappa dell’AID Golf Tour 2019 al Cosmopolitan GCC di Tirrenia (PI).

La competizione, che ha visto la partecipazione di una decina di nostri soci, è stata caratterizzata dalla prima vittoria del nostro affiliato più giovane, Vittorio Cascino, il quale – per nulla intimidito dal fatto di dover competere con avversari più grandi e presumibilmente più esperti di lui – ha sfoderato una notevole prestazione sul non facile percorso toscano, totalizzando 38 punti stableford e distaccando di ben sette lunghezze i due secondi classificati ex-aequo Nicola Giribaldi e Silvano Favaro. Prestazione in sordina invece per il presidente Alessandro Petrianni, reduce da un delicato intervento e quindi non ancora al meglio della forma fisica.

Con questa vittoria, e forte del secondo posto ottenuto nella prima tappa ad Archi di Claudio, Vittorio Cascino dà il primo strappo alla classifica generale, distanziando Edoardo Biagi, il quale non ha potuto partecipare alla gara per impegni sopraggiunti improvvisamente 48 ore prima della competizione.

Sarà interessante vedere lo sviluppo della situazione nella prossima tappa del Tour, che si disputerà tra due settimane nello stupendo scenario di Miglianico.

Alcuni riflessi filmati della manifestazione.

Categories: News

Tags: , , ,

18° Open d’Italia Disabili a Crema

1 Comment

Si è svolta al Golf Resort di Crema (CR), nei giorni 11 e 12 ottobre, il 18° Open d’Italia per Disabili, competizione internazionale organizzata sotto l’egida dell’European Disabled Golf Association e della Federgolf, che quest’anno è stata sponsorizzata dalla Sanofi Genzyme, divisione specialty care dell’azienda farmaceutica Sanofi, specializzata in malattie rare, sclerosi multipla, oncologia e immunologia.

Tra i migliori della nostra associazione, spicca il nome di Gregorio Guglielminetti, autore di due ottimi giri che gli hanno consentito di avere il secondo miglior punteggio lordo nella sua categoria. Anche nella prima categoria, che si confrontava con il sistema medal, dominata dai fortissimi giocatori stranieri, i nostri si sono fatti valere con Andrini e Vernassa a ridosso dei primi. Bravissima anche Alessandra Donati, seconda tra le ladies e quinta assoluta di categoria. Da menzionare anche, tra i nostri soci, il buon piazzamento di Stefano Palmieri, già campione del British Blind Open 2017 e tra i più forti atleti blind d’Europa, fresco di un quinto posto al Blind Golf World Championship tenutosi la scorsa settimana a Roma, sul campo di Parco de’ Medici.

Le classifiche finali sono disponibili a questo link.

Commenti e giudizi più che positivi per l’organizzazione, estremamente efficiente e sollecita, e per l’ospitalità del Golf Resort Crema: tutti i concorrenti si sono espressi in modo lusinghiero sulla competenza e cortesia del personale. Abbiamo raccolto anche qualche dichiarazione.

Edoardo Biagi: “È incredibile constatare come, nonostante le distanze e la scarsa frequentazione, un gruppo di persone possa essere così unito e in armonia tanto da divertirsi insieme al di là di ogni barriera. Merito del golf, sicuramente, ma non solo. Ed è così che si torna a casa con il sorriso e la malinconia di chi lascia qualcosa di bello (a parte il mio golf, ma questo è un altro discorso), cominciando da subito a contare i giorni che mancano al prossimo Open. Un ringraziamento particolare a Rosanna Feroleto ed Elisa Emilia Tadini, e a tutto il Golf Crema Resort, per la loro accoglienza, la loro organizzazione e disponibilità veramente fuori dal comune”.

Pietro Andrini: “Sono contento, oltre che per il risultato, per aver trovato ancora una volta un bel gruppo di amici con i quali passare tre giorni divertenti. Mi spiace davvero che alcuni non abbiano potuto esserci, speriamo per il prossimo anno di esserci tutti. Ciao a tutti e complimenti ancora a tutti i premiati”.

Infine, Gregorio Guglielminetti: “Dopo 2 giorni di ‘sofferenza’ un bel sorriso per un bel secondo posto all’Open d’Italia. Ringrazio la mia ragazza e la mia famiglia per avermi supportato e sopportato”.

Di seguito, alcune immagini della due giorni di Crema. Altre foto sono disponibili sulla nostra pagina Facebook.

Questo slideshow richiede JavaScript.

AID Golf a Crema

No Comments

Si è svolta, sul percorso che ospiterà il prossimo Open d’Italia Disabili tra meno di un mese, la nona tappa del circuito AID Golf 2018.

La gara ha visto prevalere Pietro Andrini. Secondo posto per Silvano Favaro, ma in complesso ottime prestazioni per tutti i soci partecipanti all’evento.

La classifica finale della gara è stata la seguente:

Giocatore

Circolo HCP

Totale

Pietro Andrini

Ca’ della Nave

18S

30

Silvano Favaro

Ca’ della Nave

26S

25

Paolo Vernassa

Sanremo Ulivi

17S

24

Alessandra Donati

Faenza Cicogne

30SL

19

Gregorio Guglielminetti

Stupinigi

24

18

In base a questi risultati, la classifica generale del circuito si aggiorna come segue:

Giocatore Circolo EGA HCP Gare disputate Totale
Alessandro Petrianni Archi di Claudio 22 6 189
Edoardo Biagi Archi di Claudio 26 5 142
Pietro Andrini Ca’ della Nave 16,6S 4 135
Silvano Favaro Ca’ della Nave 26S 4 114
Gregorio Guglielminetti Stupinigi 20,3 5 108
Nicola Giribaldi Cosmopolitan 15S 3 93
Alessandra Donati Faenza Cicogne 28SL 3 82
Paolo Vernassa Sanremo Ulivi 16S 2 57
Jacopo Luce Montecchia 22 2 51
Paolo Fancelli Livorno 28S 3 41
Marcello Rodi Archi di Claudio 41S 5 40
Raffaele Pinto Livorno 19S 1 21
Piero Suma Coccaro 54 1 13
Cristiano Berlanda Golf Lecco 26 1 10

Categories: News

Tags: , ,

A gonfie vele…

No Comments

Va in archivio anche la sesta tappa del circuito 2018 dell’AID Golf Trophy, che si è svolta sul percorso Championship del Golf Club Terre dei Consoli, un campo che si può definire un link sia per le caratteristiche del percorso (un saliscendi attraversato da ostacoli d’acqua e rough impraticabile, con pochissimi punti di riferimento) sia per il vento che lo flagella incessantemente, come nella migliore tradizione dei links britannici. La sua difficoltà e bellezza ne fa infatti uno dei venues accreditati per ospitare le gare dell’European Tour.

Proprio queste caratteristiche hanno alla fine premiato i concorrenti più esperti e più abituati a confrontarsi con le difficoltà dei vari campi. La vittoria finale è andata a Pietro Andrini – non a caso il socio presente con l’handicap più basso – che così è riuscito a scalzare Gregorio Guglielminetti dal terzo posto in classifica generale.

Questa la classifica finale della competizione.Con questa gara, la classifica del circuito è la seguente.

Giocatore Circolo EGA HCP Gare disputate Totale
Alessandro Petrianni Archi di Claudio 22 5 178
Edoardo Biagi Archi di Claudio 26 5 142
Pietro Andrini Ca’ della Nave 16,6S 3 102
Gregorio Guglielminetti Stupinigi 20,3 4 90
Silvano Favaro Ca’ della Nave 26S 3 86
Nicola Giribaldi Cosmopolitan 15S 2 60
Alessandra Donati Faenza Cicogne 28SL 2 60
Jacopo Luce Montecchia 22 2 51
Paolo Fancelli Livorno 28S 3 41
Marcello Rodi Archi di Claudio 41S 4 32
Paolo Vernassa Sanremo Ulivi 16S 1 30
Raffaele Pinto Livorno 19S 1 21
Piero Suma Coccaro 54 1 13
Cristiano Berlanda Golf Lecco 26 1 10

Questo slideshow richiede JavaScript.