Tag: Alessandra Donati

Donati à la carte

Quello che molti non sanno è che i nostri soci non si limitano a giocare nelle gare del nostro Tour, ma spesso e volentieri si cimentano nelle gare dell’EDGA: ci sono diverse nazioni che organizzano gare specificamente dedicate al mondo della disabilità, anche più volte l’anno, a differenza dell’Italia che finora ha dedicato ai disabili solo uno specifico Open.

Lo spirito di competizione, innato negli appassionati di golf, spinge quindi anche i nostri soci oltre confine, e non è raro che essi finiscano anche per primeggiare all’estero, com’è accaduto ad esempio a Stefano Palmieri, che ha mietuto successi in Giappone e nel Regno Unito, oltre a partecipare regolarmente al campionato mondiale di categoria.

È stato anche il caso di Alessandra Donati, che si è cimentata durante lo scorso weekend partecipando al 2ème Grand Prix International Handi-Val sul percorso del Golf Bluegreen di Baden, in Bretagna, nel nord della Francia.

Progettato nel 1989 e di proprietà del comprensorio Golfo di Morbihan – Vannes sulle rive del fiume Auray, all’interno del Parco Naturale Regionale del Golfo di Morbihan, l’agglomerato Golf di Baden – Golfo di Morbihan – Vannes è un percorso vario che non stanca mai, sia se si gioca che ammirandolo. Né link, né country club, né percorso forestale, il campo a 18 buche di Baden è un po’ tutti e tre allo stesso tempo. La sua prima parte costeggia il fiume e lascia ammirare il magnifico panorama del vicino mare. Il secondo torna nell’entroterra in uno spazio aperto. Il terzo conduce attraverso i pini, prima di terminare ai piedi della clubhouse. È un percorso che si rinnova continuamente, offrendo atmosfere diverse ma un piacere unico. Non troppo lungo con i suoi 5.952 metri e con green abbastanza ampi, richiede un buon equilibrio tra prudenza e aggressività.

In questo contesto la nostra Alessandra Donati ha strappato un magnifico terzo posto netto di categoria con un perentorio 62 (34 e 28 nelle due giornate) a soli sei punti dalla prima classificata Françoise Graindorge: svantaggio accumulato anche a causa delle tre buche (la 4, la 11 e la 15) non chiuse nella seconda giornata.

Ma poco importa, se si considera che Alessandra era l’unica donna tra i diversamente abili e che quindi il suo risultato di prestigio lo ha ottenuto contro rivali normodotate, oltre alla soddisfazione di giocare con e contro (come sempre avviene nel nostro meraviglioso sport) due dei più grandi golfisti “handy” del mondo: Manuel De Los Santos e Adem Wahbi (nella foto con lei).

Ad Maiora Alessandra, con la speranza di ritrovarti presto anche nel nostro Tour.

Categories: News

Tags: , ,

Donati sul Delta

Si è svolta lo scorso fine settimana ad Argenta (FE) il Trofeo Nazionale del Delta 2019, una gara singola su due giri che ha visto tra i suoi protagonisti anche la nostra socia Alessandra Donati, al suo debutto nelle gare nazionali di questa stagione.

Queste gare sono riservate agli agonisti dilettanti (normodotati), ma grazie alla Federazione Italiana Golf anche i tesserati paralimpici hanno l’opportunità di partecipare a queste competizioni, a dimostrazione di come lo sport – ed in particolare il golf – siano un grande incentivo e motore per l’integrazione.

Il campo di Argenta (FE) è molto particolare, un link nel Parco del Delta del Po, un percorso lungo e con molta acqua.

Il percorso si sviluppa seguendo l’andamento del territorio e gli argini dei fiumi. Ostacoli d’acqua, basse dune con cespugli, boschetti di essenze autoctone e tee sopraelevati sono la caratteristica di questo tracciato tecnico e vario, caratterizzato da green piccoli e ben difesi, con pendenze a volte non facili da leggere. Un par 72 diviso in 6 par 4, 6 par 5 e 6 par 3 per una lunghezza totale di 6300 metri.

Disegnato nel 1991 da Giovanni Trasforini, con un impianto arboreo ormai consolidato e rigoglioso, Il Golf Argenta ospita campionati regionali e nazionali, e importanti tornei giovanili e per professionisti.

Dopo la gara, Alessandra ci ha confidato le sue sensazioni:

L’esperienza è stata entusiasmante, lo staff del Circolo Golf di Argenta mi ha accolto con un grande calore, ho incontrato care amiche ed ho stretto nuove amicizie con le quali spero di collaborare in futuro. Lo sport è vita e la differenza è sempre un arricchimento!“.

Ad maiora Ale!

Le foto dell’articolo sono di Gustavo Kuzel