Il “Vittorioso”


Si è svolta sabato 13 aprile la seconda tappa dell’AID Golf Tour 2019 al Cosmopolitan GCC di Tirrenia (PI).

La competizione, che ha visto la partecipazione di una decina di nostri soci, è stata caratterizzata dalla prima vittoria del nostro affiliato più giovane, Vittorio Cascino, il quale – per nulla intimidito dal fatto di dover competere con avversari più grandi e presumibilmente più esperti di lui – ha sfoderato una notevole prestazione sul non facile percorso toscano, totalizzando 38 punti stableford e distaccando di ben sette lunghezze i due secondi classificati ex-aequo Nicola Giribaldi e Silvano Favaro. Prestazione in sordina invece per il presidente Alessandro Petrianni, reduce da un delicato intervento e quindi non ancora al meglio della forma fisica.

Con questa vittoria, e forte del secondo posto ottenuto nella prima tappa ad Archi di Claudio, Vittorio Cascino dà il primo strappo alla classifica generale, distanziando Edoardo Biagi, il quale non ha potuto partecipare alla gara per impegni sopraggiunti improvvisamente 48 ore prima della competizione.

Sarà interessante vedere lo sviluppo della situazione nella prossima tappa del Tour, che si disputerà tra due settimane nello stupendo scenario di Miglianico.

Alcuni riflessi filmati della manifestazione.

Si riparte, alla grande!

Nel fine settimana si è aperta la stagione dell’AID Golf Tour.

Come da tradizione la gara si è svolta sulle 9 buche del Circolo Archi di Claudio, sede della nostra associazione, spalmata sulle due giornate di sabato e domenica, a causa del grande numero di amici iscritti: sono stati infatti oltre centoventi i golfisti abili e disabili che hanno partecipato alla manifestazione.

Una menzione a parte merita l’iniziativa – che ha riscosso un grande successo – legata all’uso del paragolfer che la Federgolf ha affidato alla nostra associazione per promuovere la partecipazione al golf paralimpico: sono stati infatti molti i disabili motori che hanno voluto provare ad avvicinarsi al golf utilizzando l’ausilio meccanico offerto da questa particolare motocarrozzetta studiata appositamente per questo sport. Tra i graditi ospiti anche la squadra di atleti disabili del Basket Santa Lucia di Roma, alcuni dei quali si sono fatti immortalare nella foto di apertura con il nostro presidente Alessandro Petrianni.

Per quanto riguarda l’aspetto strettamente sportivo, la competizione ha visto la vittoria di Edoardo Biagi di stretta misura su Vittorio Cascino, il nostro nuovo giovanissimo socio proveniente dal Circolo Val di Chiana, che siamo sicuri darà a tutti del filo da torcere nel corso del Tour.

Per i risultati completi rimandiamo tutti alla nuova sezione Tour del nostro sito, dove troverete anche regolamento e calendario di questa stagione sportiva appena iniziata.

I riflessi filmati delle due giornate al circolo Archi di Claudio

Donati sul Delta

Si è svolta lo scorso fine settimana ad Argenta (FE) il Trofeo Nazionale del Delta 2019, una gara singola su due giri che ha visto tra i suoi protagonisti anche la nostra socia Alessandra Donati, al suo debutto nelle gare nazionali di questa stagione.

Queste gare sono riservate agli agonisti dilettanti (normodotati), ma grazie alla Federazione Italiana Golf anche i tesserati paralimpici hanno l’opportunità di partecipare a queste competizioni, a dimostrazione di come lo sport – ed in particolare il golf – siano un grande incentivo e motore per l’integrazione.

Il campo di Argenta (FE) è molto particolare, un link nel Parco del Delta del Po, un percorso lungo e con molta acqua.

Il percorso si sviluppa seguendo l’andamento del territorio e gli argini dei fiumi. Ostacoli d’acqua, basse dune con cespugli, boschetti di essenze autoctone e tee sopraelevati sono la caratteristica di questo tracciato tecnico e vario, caratterizzato da green piccoli e ben difesi, con pendenze a volte non facili da leggere. Un par 72 diviso in 6 par 4, 6 par 5 e 6 par 3 per una lunghezza totale di 6300 metri.

Disegnato nel 1991 da Giovanni Trasforini, con un impianto arboreo ormai consolidato e rigoglioso, Il Golf Argenta ospita campionati regionali e nazionali, e importanti tornei giovanili e per professionisti.

Dopo la gara, Alessandra ci ha confidato le sue sensazioni:

L’esperienza è stata entusiasmante, lo staff del Circolo Golf di Argenta mi ha accolto con un grande calore, ho incontrato care amiche ed ho stretto nuove amicizie con le quali spero di collaborare in futuro. Lo sport è vita e la differenza è sempre un arricchimento!“.

Ad maiora Ale!

Le foto dell’articolo sono di Gustavo Kuzel

Il progetto PARAGOLFER

Il nostro presidente, Alessandro Petrianni, ci parla del progetto PARAGOLFER. Di cosa si tratta?

“Riteniamo che l’attività intrapresa dalla nostra Associazione possa essere complementare ai percorsi riabilitativi e neuro-riabilitativi posti in essere da specialisti del settore ed alla pratica sportiva.
Il golf, che viene praticato con passeggiate nel verde a piedi, con il cart e, per i disabili costretti sulla sedia a rotelle, con lo speciale ausilio denominato paragolfer (si tratta di una speciale sedia motorizzata che consente al giocatore disabile di spostarsi in campo e, una volta sulla palla, in grado di metterlo in piedi consentendogli di lanciarla con la mazza da golf), rappresenta un valido esercizio per favorire la coordinazione e la concentrazione. Poiché la sua pratica incide notevolmente sull’equilibrio, migliorando le capacità propriocettive del corpo e perfezionando la resistenza e la funzionalità muscolare, rappresenta un valore aggiunto nell’ambito dei percorsi riabilitativi.
I benefici riscontrati, anche dal punto di vista psicologico, sono notevoli.
Non è semplice, infatti, per noi disabili praticare attività sportiva: le barriere architettoniche, culturali ed i pregiudizi che pervadono noi in primis, ci rendono vittime di ostacoli psicologici che spesso impediscono anche solo l’idea di considerare di dedicarci ad uno sport.
La competizione tra due diverse categorie, una delle quali oggettivamente svantaggiata dal punto di vista della mobilità, della presa o della velocità, nel contesto del golf non rappresenta tuttavia un limite, come in altri sport, ma piuttosto uno stimolo.
Il concetto di handicap assegnato ad ogni atleta golfista infatti, prescinde dalla disabilità; è connesso esclusivamente alla capacità nel gioco e rappresenta il meccanismo caratterizzante che consente a tutti i giocatori di ogni livello/categoria di gareggiare tra loro alla pari, siano essi normodotati o disabili. Non di rado infatti nelle classifiche primeggino atleti disabili sul resto dei giocatori, il che rende questo sport un valido ed efficace strumento di integrazione e reinserimento sociale, contribuendo in maniera significativa al miglioramento dell’autostima personale.
È per tutte queste motivazioni che nel 2017 un gruppo di golfisti disabili provenienti da tutta Italia, forti del fatto che tale sport li abbia stimolati ed aiutati al raggiungimento della giusta autostima e dell’integrazione sociale, hanno costituto l’Associazione Italiana Disabili Golfisti a.s.d., che nel corso della sua attività ha ricevuto il patrocinio dell’INAIL e della Federazione Italiana Golf.
Al fine di realizzare lo scopo associativo, tra le varie iniziative, nell’anno 2018 si è svolto un circuito nazionale che verrà rinnovato nel 2019 e che coinvolgerà circa 15 circoli in altrettante località italiane. In occasione di ogni evento verranno invitate associazioni nazionali operanti sul territorio ed attive nel campo della disabilità, con lo scopo di svolgere attività dimostrativa volta ad avvicinare a questo sport le persone diversamente abili.
Tra le varie iniziative in programma segnaliamo il primo evento sportivo del 2019 che verrà realizzato presso la nostra sede (via Gamiana 45, Roma c/o Archi di Claudio Golf Club) nei giorni 23 e 24 marzo, occasione nella quale verrà data la possibilità di provare gratuitamente il paragolfer, per tutti coloro che vorranno provare questa nuova esperienza coordinati da maestri federali messi a disposizione dalla nostra associazione”.

Chiunque fosse interessato all’evento del 23 e 24 marzo può contattare il nostro presidente tramite la mail info@aidgolf.org.

Al via il 2° AID Golf Tour

È stato rilasciato il calendario ufficiale del 2019 per il Tour AID Golf: 14 appuntamenti a cui si aggiungerà anche l’Open Nazionale Disabili che da quest’anno farà parte integrante delle gare che daranno punteggio ai fini della classifica finale.

Si partirà come sempre dal nostro circolo di riferimento, Archi di Claudio, il 23 marzo. Si proseguirà poi in questo Tour che toccherà alcuni tra i più belli e suggestivi percorsi del golf nazionale fino alla finale di Sutri del 12 ottobre e alla festa di chiusura ad Archi di Claudio che vedrà anche le premiazioni dei vincitori del Tour.

Di seguito, il calendario completo del campionato.

Anno nuovo, golf (quasi) nuovo…

Come tutti gli appassionati del nostro meraviglioso sport sanno, dal 1° gennaio 2019 ci saranno cambiamenti nel regolamento che stravolgeranno abbastanza il gioco per renderlo più veloce e fruibile anche ai non adepti.

Moltissimi di questi cambiamenti riguarderanno i cosiddetti “giocatori di circolo”: uno dei tanti sarà il modo di droppare la palla, pratica che – ahimè – purtroppo tocca di quando in quando ognuno di noi.

Per rendere le cose un po’ più facili, e permettere a tutti di scendere in campo il 2 gennaio per smaltire i postumi delle libagioni natalizie, abbiamo deciso di condividere questo filmato riassuntivo, che speriamo permetterà a tutti noi di evitare sorprese e discussioni sul campo.

Inoltre, grazie alla gentile collaborazione di The Bogey Blonde, pubblicheremo sulla nostra pagina Facebook, periodicamente, delle schede esemplificative che aiuteranno tutti noi a comportarci secondo le regole e lo spirito del gioco.

La redazione di AIDGolf coglie anche questa occasione per augurarvi le migliori e più felici Feste Natalizie.

Si chiude il circuito 2018 di AID Golf

Nel fine settimana tra il 20 e il 21 ottobre si è concluso, con l’ultima gara in programma, il 1° circuito AID Golf. Ad accogliere l’evento il circolo Archi di Claudio, sede dell’associazione, a suo tempo ospite anche della gara di apertura che aveva inaugurato il tour.

L’evento è stato un buon successo, con i suoi 108 partecipanti che si sono distribuiti lungo le due giornate di gara. Com’è spesso accaduto, il successo ha arriso al nostro presidente Alessandro Petrianni, che ha preceduto l’amico/rivale di sempre Edoardo Biagi e un ottimo Nicola Giribaldi, che si è classificato terzo. Ma la gara rivestiva anche un altro aspetto: decretare la classifica finale del circuito, che ha visto i nostri soci cimentarsi sui campi del centro-nord italiano. Ecco dunque la classifica aggiornata all’ultimo risultato:

Giocatore Circolo EGA HCP Gare disputate Totale
Alessandro Petrianni Archi di Claudio 20 7 191
Edoardo Biagi Archi di Claudio 23 6 154
Pietro Andrini Ca’ della Nave 16,6S 4 135
Nicola Giribaldi Cosmopolitan 11S 4 118
Silvano Favaro Ca’ della Nave 26S 4 114
Gregorio Guglielminetti Stupinigi 20,3 5 108
Alessandra Donati Faenza Cicogne 28SL 3 82
Paolo Vernassa Sanremo Ulivi 16S 2 57
Marcello Rodi Archi di Claudio 41S 6 53
Jacopo Luce Montecchia 22 2 51
Paolo Fancelli Livorno 28S 3 41
Michael Terzi Jesolo 18 1 34
Raffaele Pinto Livorno 19S 1 21
Piero Suma Coccaro 54 1 13
Cristiano Berlanda Golf Lecco 26 1 10

Questo primo campionato sociale ha avuto anche il merito di mostrare qualche debolezza nel sistema della sua organizzazione: in queste settimane di sosta l’associazione lavorerà anche per studiare una formula che possa migliorare il sistema di punteggio per rendere il tour sempre più incerto ed avvincente.

Ma per concludere, alcuni riflessi filmati delle giornate di gara e della premiazione.

Arrivederci al circuito 2019!

18° Open d’Italia Disabili a Crema

Si è svolta al Golf Resort di Crema (CR), nei giorni 11 e 12 ottobre, il 18° Open d’Italia per Disabili, competizione internazionale organizzata sotto l’egida dell’European Disabled Golf Association e della Federgolf, che quest’anno è stata sponsorizzata dalla Sanofi Genzyme, divisione specialty care dell’azienda farmaceutica Sanofi, specializzata in malattie rare, sclerosi multipla, oncologia e immunologia.

Tra i migliori della nostra associazione, spicca il nome di Gregorio Guglielminetti, autore di due ottimi giri che gli hanno consentito di avere il secondo miglior punteggio lordo nella sua categoria. Anche nella prima categoria, che si confrontava con il sistema medal, dominata dai fortissimi giocatori stranieri, i nostri si sono fatti valere con Andrini e Vernassa a ridosso dei primi. Bravissima anche Alessandra Donati, seconda tra le ladies e quinta assoluta di categoria. Da menzionare anche, tra i nostri soci, il buon piazzamento di Stefano Palmieri, già campione del British Blind Open 2017 e tra i più forti atleti blind d’Europa, fresco di un quinto posto al Blind Golf World Championship tenutosi la scorsa settimana a Roma, sul campo di Parco de’ Medici.

Le classifiche finali sono disponibili a questo link.

Commenti e giudizi più che positivi per l’organizzazione, estremamente efficiente e sollecita, e per l’ospitalità del Golf Resort Crema: tutti i concorrenti si sono espressi in modo lusinghiero sulla competenza e cortesia del personale. Abbiamo raccolto anche qualche dichiarazione.

Edoardo Biagi: “È incredibile constatare come, nonostante le distanze e la scarsa frequentazione, un gruppo di persone possa essere così unito e in armonia tanto da divertirsi insieme al di là di ogni barriera. Merito del golf, sicuramente, ma non solo. Ed è così che si torna a casa con il sorriso e la malinconia di chi lascia qualcosa di bello (a parte il mio golf, ma questo è un altro discorso), cominciando da subito a contare i giorni che mancano al prossimo Open. Un ringraziamento particolare a Rosanna Feroleto ed Elisa Emilia Tadini, e a tutto il Golf Crema Resort, per la loro accoglienza, la loro organizzazione e disponibilità veramente fuori dal comune”.

Pietro Andrini: “Sono contento, oltre che per il risultato, per aver trovato ancora una volta un bel gruppo di amici con i quali passare tre giorni divertenti. Mi spiace davvero che alcuni non abbiano potuto esserci, speriamo per il prossimo anno di esserci tutti. Ciao a tutti e complimenti ancora a tutti i premiati”.

Infine, Gregorio Guglielminetti: “Dopo 2 giorni di ‘sofferenza’ un bel sorriso per un bel secondo posto all’Open d’Italia. Ringrazio la mia ragazza e la mia famiglia per avermi supportato e sopportato”.

Di seguito, alcune immagini della due giorni di Crema. Altre foto sono disponibili sulla nostra pagina Facebook.

Questo slideshow richiede JavaScript.

AID Golf a Crema

Si è svolta, sul percorso che ospiterà il prossimo Open d’Italia Disabili tra meno di un mese, la nona tappa del circuito AID Golf 2018.

La gara ha visto prevalere Pietro Andrini. Secondo posto per Silvano Favaro, ma in complesso ottime prestazioni per tutti i soci partecipanti all’evento.

La classifica finale della gara è stata la seguente:

Giocatore

Circolo HCP

Totale

Pietro Andrini

Ca’ della Nave

18S

30

Silvano Favaro

Ca’ della Nave

26S

25

Paolo Vernassa

Sanremo Ulivi

17S

24

Alessandra Donati

Faenza Cicogne

30SL

19

Gregorio Guglielminetti

Stupinigi

24

18

In base a questi risultati, la classifica generale del circuito si aggiorna come segue:

Giocatore Circolo EGA HCP Gare disputate Totale
Alessandro Petrianni Archi di Claudio 22 6 189
Edoardo Biagi Archi di Claudio 26 5 142
Pietro Andrini Ca’ della Nave 16,6S 4 135
Silvano Favaro Ca’ della Nave 26S 4 114
Gregorio Guglielminetti Stupinigi 20,3 5 108
Nicola Giribaldi Cosmopolitan 15S 3 93
Alessandra Donati Faenza Cicogne 28SL 3 82
Paolo Vernassa Sanremo Ulivi 16S 2 57
Jacopo Luce Montecchia 22 2 51
Paolo Fancelli Livorno 28S 3 41
Marcello Rodi Archi di Claudio 41S 5 40
Raffaele Pinto Livorno 19S 1 21
Piero Suma Coccaro 54 1 13
Cristiano Berlanda Golf Lecco 26 1 10

Una grande giornata di golf a Castel Gandolfo

È andata in scena al Golf Club Castel Gandolfo l’ultima tappa dell’AID Golf Trophy prima della pausa estiva. Sul magnifico campo alle porte della capitale si sono dati battaglia una cinquantina tra soci e appassionati del nostro bellissimo sport. La competizione, che si è svolta con il patrocinio della Federgolf e dell’INAIL, ha goduto della squisita ospitalità del Golf Club Castel Gandolfo, che ha messo a disposizione i locali della sua splendida struttura per la premiazione, unendosi agli sponsor Raimondi Golf, Fantini e Cantine Carpineti nell’offrire premi ai vincitori delle varie categorie.

La classifica generale ha visto prevalere Orlando Andrea De Micheli, del GC Castel Gandolfo, mentre per la classifica riservata ai soci AID Golf ha prevalso ancora una volta Alessandro Petrianni (Archi di Claudio) che ha avuto la meglio con 39 punti su Nicola Giribaldi (Cosmopolitan, 30 punti). Petrianni, alla sua sesta gara, raggiunge 189 punti dopo lo scarto del suo peggior punteggio, i 28 punti ottenuti a Terre dei Consoli. Giribaldi invece sale in quarta posizione scavalcando Gregorio Guglielminetti. Questa la classifica generale.

Giocatore Circolo EGA HCP Gare disputate Totale
Alessandro Petrianni Archi di Claudio 22 6 189
Edoardo Biagi Archi di Claudio 26 5 142
Pietro Andrini Ca’ della Nave 16,6S 3 102
Nicola Giribaldi Cosmopolitan 15S 3 93
Gregorio Guglielminetti Stupinigi 20,3 4 90
Silvano Favaro Ca’ della Nave 26S 3 86
Alessandra Donati Faenza Cicogne 28SL 2 60
Jacopo Luce Montecchia 22 2 51
Paolo Fancelli Livorno 28S 3 41
Marcello Rodi Archi di Claudio 41S 5 40
Paolo Vernassa Sanremo Ulivi 16S 1 30
Raffaele Pinto Livorno 19S 1 21
Piero Suma Coccaro 54 1 13
Cristiano Berlanda Golf Lecco 26 1 10

Alcune immagini della manifestazione.

Questo slideshow richiede JavaScript.