Tutto pronto per la prima del 21 e 22 marzo 2020

Come ormai da tradizione, anche quest’anno prenderà il via presso il circolo Archi di Claudio, con sede in via Gamiana 45 – Roma, l’AID GOLF TOUR 2020 con la prima gara del circuito organizzato dall’Associazione Italiana Disabili Golfisti asd, che vedrà il coinvolgimento non solo degli appassionati di settore, ma anche di coloro che vogliono avvicinarsi a questo sport allo scopo di vivere la propria disabilità come elemento non affatto ostativo.

Ricordiamo, infatti, che tra le peculiarità del golf vi è quella di essere l’unica attività sportiva in cui giocatori di ogni livello, categoria ed età, possono competere alla pari, siano essi normodotati o disabili, compensando il gap di preparazione e capacità tra giocatori grazie al meccanismo dell’handicap assegnato ad ogni atleta. Questa modalità di competizione rappresenta un valido strumento di integrazione e reinserimento sociale, contribuendo in maniera significativa al miglioramento dell’autostima personale. Si aggiungano a ciò i notevoli benefici psico-fisici che ne derivano, tra cui il miglioramento delle capacità propriocettive del corpo, della resistenza e della funzionalità muscolare, elementi questi che rappresentano un valore aggiunto anche per coloro che hanno intrapreso percorsi riabilitativi.

Il paragolfer
Il paragolfer

Oltre ad essere una gara a tutti gli effetti, uno degli scopi dell’evento, è quello di dare l’opportunità a persone portatori di handicap di provare questo meraviglioso sport, ed in particolare, per le persone con difficoltà motorie, di provare il paragolfer, speciale sedia motorizzata che consente sia lo spostamento in campo, sia di assumere la posizione eretta al fine di effettuare il lancio della pallina con la mazza da golf.

L’iniziativa, svolta con l’ausilio di maestri federali preparati particolarmente per insegnare il gioco del golf ad ogni tipo di disabilità, rappresenta un interessante prosieguo del percorso intrapreso nel 2018, con l’organizzazione del primo AID Golf Trophy, svoltosi in 14 gare in tutta Italia, che ha beneficiato del patrocinio di INAIL e della Federazione Italiana Golf a cui quest’anno va aggiunto anche il patrocinio del CIP, Comitato Italiano Paralimpico.

Visto il particolare successo ottenuto negli scorsi anni, anche quest’anno dunque abbiamo voluto ripetere il circuito, implementando ancora il numero di gare che verranno disputate nel corso del 2020 per diffondere sempre più il gioco del golf tra le persone con disabilità.

Vi aspettiamo numerosi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: