Tutti a casa di Stefano

Si è consumata nello scorso weekend la tappa toscana dell’AID Golf Tour 2020. Sul percorso del Pelagone i nostri soci si sono dati battaglia sabato e domenica, ospitati dal grande Stefano Palmieri che ha fatto gli onori di casa.

Per chi non conoscesse Stefano, parlano per lui i numerosi trofei nazionali ed internazionali conquistati nel corso della sua breve ma folgorante carriera: campione d’Italia Blind (2015), 1° classificato cat. B1 al Japan Open Blind Handa (2016), 1° classificato cat. B1 al British Open Blind (2017), oltre a numerosi piazzamenti in altri tornei come l’Irish Open Blind, i Mondiali e il World Blind Golf Championship.

A fare da contorno alla competizione c’è stato il magnifico percorso del Pelagone. Immerso tra gli oliveti e gli alti cipressi, il britannico Keith Preston 1999 è uno dei più incantevoli campi da golf d’Italia. Situato fra le verdi colline della Maremma toscana questo circuito colpisce per le vedute eccezionali. L’impianto da golf rispetta gli standard internazionali e nel 2003 è stato nominato uno dei 10 migliori nuovi campi da golf con le sue 18 buche par 71. I diversi tipi di green richiedono destrezza, capacità di adattamento e concentrazione. Nel Championship Course si disputano sia gare agonistiche che amatoriali e tornei internazionali come la Nick Faldo Series Italy Championship. Il circuito rappresenta una sfida perfetta sia per giocatori esperti che per principianti. Il meraviglioso panorama toscano unito ad un clima piacevole che permette di giocare tutto l’anno rende questo campo da golf un’esperienza esclusiva. Il campo non è grande, ma richiede un gioco preciso, dal momento che i molti ostacoli d’acqua possono punire gli errori in modo spietato. I green sono caratterizzati da molteplici curvature e sono estremamente difficili da distinguere. Numerosi out e la rasatura a lama doppia del rough rendono il gioco più difficoltoso e richiedono una maggiore concentrazione.

La gara ha visto prevalere Cristiano Berlanda davanti a Edoardo Biagi. Terzi ex-æquo Andrea Fusacchia e Alberto Barocco. In classifica generale Fusacchia prende il largo davanti a Gregorio Guglielminetti e alllo stesso Barocco, ma dovrà stare attento perché, a partire dalle prossime gare, dovrà iniziare a scartare punteggi, avendo raggiunto le cinque gare disputate.

Competizione a parte, a detta di tutti i partecipanti è stato un bel ritrovarsi dopo il periodo estivo, e l’appuntamento ora è per il doppio impegno tra Fioranello (RM) e Albisola (SV) il prossimo 19 settembre.

Categories: News

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: