Testa a testa

No Comments

Anche l’undicesima tappa del Tour 2019 è andata in archivio domenica 15 settembre, disputata sul percorso di Ca’ della Nave a Martellago (VE), campo progettato da Arnold Palmer, ed inaugurato nel 1988 con l’Open d’Italia femminile. Il grande campione, nel suo progetto, si ispirò alla città di Venezia, disseminando ovunque ostacoli d’acqua.

Arnold Palmer realizzò un percorso di prim’ordine nel risultato tecnico ed estetico, sviluppando da una superficie di 75 ettari due tracciati: un “champion” 18 buche” par 72 di 6350 metri, ed un “executive” di 9 buche. I grandi bunkers disseminati lungo i fairways e a difesa di greens estesi e veloci, si inseriscono armoniosamente fra la vegetazione e gli specchi d’acqua negli ampi orizzonti di un percorso tecnico e suggestivo, fino all’arrivo sul green della 18, che si apre in un anfiteatro naturale all’interno del parco. Peculiarità del campo viene data dall’abbondanza di ostacoli d’acqua creati con laghi artificiali che interessano ben 12 delle 18 buche, dalla consistente presenza di grandi bunker all’americana, dagli aspetti tecnici e dalla piacevolezza del paesaggio circostante che lo annoverano fra i migliori campi da competizione realizzati in Italia.

La gara ha visto prevalere Riccardo Bianciardi davanti al golfista di casa Pietro Andrini. Terzo gradino del podio ex-aequo ai due romani Edoardo Biagi e Alessandro Petrianni. In virtù di questo risultato, Edoardo Biagi si riprende la testa della classifica generale sopravanzando Vittorio Cascino di mezzo punto. Terzo Andrea Fusacchia e quarto Alessandro Petrianni, che la matematica non vede ancora fuori dalla lotta per la vittoria finale.

Nelle parole del nostro presidente Alessandro Petrianni il riassunto dell’esperienza di Ca’ della Nave: “È stata una giornata veramente favolosa, in compagnia di amici dai quali diventa sempre più difficile separarsi dopo aver condiviso momenti di gioia. I migliori ringraziamenti vanno però a Pietro e Silvano, ospiti squisiti che ci hanno fatto sentire a casa nostra, ed alla segreteria, Luigino in primis, per l’accoglienza fuori dal comune“.

Il Tour non si ferma, e il prossimo fine settimana sarà già tempo della dodicesima e ultima tappa prima della finale. La gara si svolgerà sul percorso del Golf Club Crema, che fu teatro dell’Open d’Italia Disabili nel 2018.

Categories: News

Tags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: