Tag: sport paralimpico

Il ritorno di Petrianni, l’allungo di Cascino

Sabato 8 giugno è andata in scena la quinta tappa dell’AID Golf Tour 2019 sul campo dell’Argentario Golf Resort di Porto Ercole (GR). Il percorso – realizzato dall’architetto David Mezzacane e dal giocatore professionista Baldovino Dassù – caratterizzato da ampi fairway e green grandi e veloci, estremamente mosso e ricco di ostacoli d’acqua, ha visto prevalere il nostro presidente Alessandro Petrianni (alla sua prima affermazione stagionale) su Andrea Fusacchia grazie al miglior punteggio sulle seconde nove buche. Ai fini del Tour, invece, i due hanno conseguito lo stesso punteggio di 4,5 punti, dividendosi la somma delle prime due posizioni.

Sul terzo gradino del podio è salito Vittorio Cascino, che così allunga il suo vantaggio su Edoardo Biagi, assente per impegni connessi al suo ruolo in ambito federale. Prendono punti anche Giribaldi e Fancelli, che così fanno un piccolo passo avanti nella classifica del Tour, visibile qui.

Riflessi filmati della 5^ tappa all’Argentario Golf Resort.

Un grande Open

Si è svolta a Parma, dal 16 al 17 maggio, la 19^ edizione dell’Open d’Italia Disabili, manifestazione svolta sotto l’egida della EDGA, l’associazione europea dei golfisti disabili. Hanno preso parte alla gara una quarantina di atleti italiani e stranieri, che si sono cimentati sul bellissimo percorso del Golf del Ducato di Sala Baganza (PR). Oltre all’Open, si è disputato anche il Campionato Italiano Disabili e la gara era valevole anche per l’AID Golf Trophy, assegnando ai primi dieci classificati punteggi validi per la classifica.

Tommaso Perrino ha concluso primo nella categoria medal scratch con 148 (72 76) colpi precedendo la svedese Lia Rasmus e Pierfederico Rocchetti. Nella categoria pareggiata ha prevalso Riccardo Bianciardi (141) davanti a Vittorio Cascino e a Roberto Molina. Nella seconda categoria, dove si è giocato con formula stableford, grande rimonta di Edoardo Biagi (21 punti), Coordinatore del Settore Attività Paralimpica della FIG, che in un acceso finale ha avuto ragione di Jacopo Luce e di Antonio Mandich. Premi speciali di categoria a Mirko Ghiggeri (Sensory), al portoghese José Pedro Sotomayor (Wheelchair) e a Luisa Ceola (Prima Lady)

Nel Campionato Italiano ha aggiunto un altro anello alla sua lunga catena di successi Pierfederico Rocchetti (52 punti), che nella scratch ha preceduto Roberto Molina e Riccardo Bianciardi, mentre Vittorio Cascino (70) ha conquistato il successo nella pareggiata superando Giulia Marabotti e Mirko Ghiggeri.

Ha detto Perrino: “E’ stato emozionante vincere all’esordio in questa competizione ed è stato un piacere immenso condividere questa esperienza con i miei nuovi amici. Vorrei esortare tutti i golfisti con disabilità a partecipare alla prossima edizione senza timori o remore. Siamo una grande famiglia e il golf ci unisce ancora di più”.

“Ho visto grande entusiasmo – ha commentato il Presidente della Federgolf Franco Chimenti – e sono davvero felice di poter premiare degli atleti straordinari. Il golf si adatta perfettamente alle esigenze di persone che convivono con la disabilità. È molto importante che lo sport faccia sentire la propria vicinanza al mondo paralimpico, svolgendo un ruolo sociale, confermandosi strumento di educazione e straordinario catalizzatore di valori universali positivi”.

Dopo questo evento, Vittorio Cascino riconquista la testa dell’AID Golf Tour sopravanzando Edoardo Biagi di due punti e mezzo, mentre Riccardo Bianciardi – forte del doppio punteggio conseguito con la sua vittoria tra i nostri soci – si installa al terzo posto in classifica. La graduatoria completa è visibile qui.

Il bellissimo filmato di presentazione dell’Open realizzato dalla Federgolf

Donati sul Delta

Si è svolta lo scorso fine settimana ad Argenta (FE) il Trofeo Nazionale del Delta 2019, una gara singola su due giri che ha visto tra i suoi protagonisti anche la nostra socia Alessandra Donati, al suo debutto nelle gare nazionali di questa stagione.

Queste gare sono riservate agli agonisti dilettanti (normodotati), ma grazie alla Federazione Italiana Golf anche i tesserati paralimpici hanno l’opportunità di partecipare a queste competizioni, a dimostrazione di come lo sport – ed in particolare il golf – siano un grande incentivo e motore per l’integrazione.

Il campo di Argenta (FE) è molto particolare, un link nel Parco del Delta del Po, un percorso lungo e con molta acqua.

Il percorso si sviluppa seguendo l’andamento del territorio e gli argini dei fiumi. Ostacoli d’acqua, basse dune con cespugli, boschetti di essenze autoctone e tee sopraelevati sono la caratteristica di questo tracciato tecnico e vario, caratterizzato da green piccoli e ben difesi, con pendenze a volte non facili da leggere. Un par 72 diviso in 6 par 4, 6 par 5 e 6 par 3 per una lunghezza totale di 6300 metri.

Disegnato nel 1991 da Giovanni Trasforini, con un impianto arboreo ormai consolidato e rigoglioso, Il Golf Argenta ospita campionati regionali e nazionali, e importanti tornei giovanili e per professionisti.

Dopo la gara, Alessandra ci ha confidato le sue sensazioni:

L’esperienza è stata entusiasmante, lo staff del Circolo Golf di Argenta mi ha accolto con un grande calore, ho incontrato care amiche ed ho stretto nuove amicizie con le quali spero di collaborare in futuro. Lo sport è vita e la differenza è sempre un arricchimento!“.

Ad maiora Ale!

Le foto dell’articolo sono di Gustavo Kuzel