Tag: Open Disabili

Un grande Open

Si è svolta a Parma, dal 16 al 17 maggio, la 19^ edizione dell’Open d’Italia Disabili, manifestazione svolta sotto l’egida della EDGA, l’associazione europea dei golfisti disabili. Hanno preso parte alla gara una quarantina di atleti italiani e stranieri, che si sono cimentati sul bellissimo percorso del Golf del Ducato di Sala Baganza (PR). Oltre all’Open, si è disputato anche il Campionato Italiano Disabili e la gara era valevole anche per l’AID Golf Trophy, assegnando ai primi dieci classificati punteggi validi per la classifica.

Tommaso Perrino ha concluso primo nella categoria medal scratch con 148 (72 76) colpi precedendo la svedese Lia Rasmus e Pierfederico Rocchetti. Nella categoria pareggiata ha prevalso Riccardo Bianciardi (141) davanti a Vittorio Cascino e a Roberto Molina. Nella seconda categoria, dove si è giocato con formula stableford, grande rimonta di Edoardo Biagi (21 punti), Coordinatore del Settore Attività Paralimpica della FIG, che in un acceso finale ha avuto ragione di Jacopo Luce e di Antonio Mandich. Premi speciali di categoria a Mirko Ghiggeri (Sensory), al portoghese José Pedro Sotomayor (Wheelchair) e a Luisa Ceola (Prima Lady)

Nel Campionato Italiano ha aggiunto un altro anello alla sua lunga catena di successi Pierfederico Rocchetti (52 punti), che nella scratch ha preceduto Roberto Molina e Riccardo Bianciardi, mentre Vittorio Cascino (70) ha conquistato il successo nella pareggiata superando Giulia Marabotti e Mirko Ghiggeri.

Ha detto Perrino: “E’ stato emozionante vincere all’esordio in questa competizione ed è stato un piacere immenso condividere questa esperienza con i miei nuovi amici. Vorrei esortare tutti i golfisti con disabilità a partecipare alla prossima edizione senza timori o remore. Siamo una grande famiglia e il golf ci unisce ancora di più”.

“Ho visto grande entusiasmo – ha commentato il Presidente della Federgolf Franco Chimenti – e sono davvero felice di poter premiare degli atleti straordinari. Il golf si adatta perfettamente alle esigenze di persone che convivono con la disabilità. È molto importante che lo sport faccia sentire la propria vicinanza al mondo paralimpico, svolgendo un ruolo sociale, confermandosi strumento di educazione e straordinario catalizzatore di valori universali positivi”.

Dopo questo evento, Vittorio Cascino riconquista la testa dell’AID Golf Tour sopravanzando Edoardo Biagi di due punti e mezzo, mentre Riccardo Bianciardi – forte del doppio punteggio conseguito con la sua vittoria tra i nostri soci – si installa al terzo posto in classifica. La graduatoria completa è visibile qui.

Il bellissimo filmato di presentazione dell’Open realizzato dalla Federgolf

18° Open d’Italia Disabili a Crema

1 Comment

Si è svolta al Golf Resort di Crema (CR), nei giorni 11 e 12 ottobre, il 18° Open d’Italia per Disabili, competizione internazionale organizzata sotto l’egida dell’European Disabled Golf Association e della Federgolf, che quest’anno è stata sponsorizzata dalla Sanofi Genzyme, divisione specialty care dell’azienda farmaceutica Sanofi, specializzata in malattie rare, sclerosi multipla, oncologia e immunologia.

Tra i migliori della nostra associazione, spicca il nome di Gregorio Guglielminetti, autore di due ottimi giri che gli hanno consentito di avere il secondo miglior punteggio lordo nella sua categoria. Anche nella prima categoria, che si confrontava con il sistema medal, dominata dai fortissimi giocatori stranieri, i nostri si sono fatti valere con Andrini e Vernassa a ridosso dei primi. Bravissima anche Alessandra Donati, seconda tra le ladies e quinta assoluta di categoria. Da menzionare anche, tra i nostri soci, il buon piazzamento di Stefano Palmieri, già campione del British Blind Open 2017 e tra i più forti atleti blind d’Europa, fresco di un quinto posto al Blind Golf World Championship tenutosi la scorsa settimana a Roma, sul campo di Parco de’ Medici.

Le classifiche finali sono disponibili a questo link.

Commenti e giudizi più che positivi per l’organizzazione, estremamente efficiente e sollecita, e per l’ospitalità del Golf Resort Crema: tutti i concorrenti si sono espressi in modo lusinghiero sulla competenza e cortesia del personale. Abbiamo raccolto anche qualche dichiarazione.

Edoardo Biagi: “È incredibile constatare come, nonostante le distanze e la scarsa frequentazione, un gruppo di persone possa essere così unito e in armonia tanto da divertirsi insieme al di là di ogni barriera. Merito del golf, sicuramente, ma non solo. Ed è così che si torna a casa con il sorriso e la malinconia di chi lascia qualcosa di bello (a parte il mio golf, ma questo è un altro discorso), cominciando da subito a contare i giorni che mancano al prossimo Open. Un ringraziamento particolare a Rosanna Feroleto ed Elisa Emilia Tadini, e a tutto il Golf Crema Resort, per la loro accoglienza, la loro organizzazione e disponibilità veramente fuori dal comune”.

Pietro Andrini: “Sono contento, oltre che per il risultato, per aver trovato ancora una volta un bel gruppo di amici con i quali passare tre giorni divertenti. Mi spiace davvero che alcuni non abbiano potuto esserci, speriamo per il prossimo anno di esserci tutti. Ciao a tutti e complimenti ancora a tutti i premiati”.

Infine, Gregorio Guglielminetti: “Dopo 2 giorni di ‘sofferenza’ un bel sorriso per un bel secondo posto all’Open d’Italia. Ringrazio la mia ragazza e la mia famiglia per avermi supportato e sopportato”.

Di seguito, alcune immagini della due giorni di Crema. Altre foto sono disponibili sulla nostra pagina Facebook.

Questo slideshow richiede JavaScript.