Home

“L’aspetto interessante, è che questo sport offre la possibilità di formare team di gioco in cui persone con disabilità e normodotati sono accomunati nel divertimento e nella competizione, incoraggiando opportunità di comunicazione e socializzazione e consentendo all’atleta disabile la piena consapevolezza delle proprie potenzialità fisiche, che sono quasi sempre maggiori di quanto si possa pensare”.

Elena Chiaradia